Vino, cibo e turismo: in Italia, una combinazione unica

Il turismo e l’eccellenza dei prodotti alimentari italiani vanno a braccetto da sempre, ma si può dire, dati alla mano, che sia il turismo enogastronomico quello che sta avendo il maggiore successo nel nostro paese. Le statistiche del 2019 ci dicono che il settore è in crescita del 49% rispetto a solo un anno prima.

Di cosa parliamo quando parliamo di turismo enogastronomico?

In anni recenti, si è passati dal cercare l’occasionale buon ristorante nella località di vacanza a costruire l’intero viaggio attorno alle strade del vino oppure anche alle zone di produzione di prodotti particolari (l’aceto a Modena, il prosciutto a Parma, i limoni sulla costiera amalfitana… gli esempi sono potenzialmente migliaia).

Il turismo enogastronomico, allora, è quello votato alla scoperta ed esaltazione di alimenti unici nel nostro contesto nazionale, prodotti con metodologie tradizionali o particolari e riconosciuti da marchi appositi (DOC, DOP, e così via) per il loro altissimo livello qualitativo.

I perché di questo sito

L’ambizione di questo portale è quella di indicarvi percorsi storici insieme a quelli di tendenza dedicati all’esplorazione di quanto di meglio l’Italia ha da offrire in termine di cibo e vino. Non vi abbandoneremo una volta indicate le zone da visitare per chi coltiva questi interessi e anzi, sapremo indicarvi le migliori aziende del ramo hospitality che si occupano di spiegare, accompagnare ed educare in questo senso.

Speriamo vorrete seguirci in questa avventura: anche se è un movimento recente in termini di anni di esperienza, legato a doppio filo anche a quello dedicato allo Slow Food, ha già un peso notevole in termini di credibilità e indotto.